Crea sito

Music Recording audio

Musica con tracce audio di genere vario

Parole dalla quiete Eckhart Tolle

Parole dalla quiete Eckhart Tolle

1) Il Silenzio e la Quiete
Quando perdete il contatto con la quiete, perdete il contatto con voi stessi. Quando perdete il contatto con voi stessi, vi perdete nel mondo.
Il vostro più profondo senso del sé, di chi siete voi, è inseparabile dalla quiete. Questo è l’Io Sono, che è più profondo del nome e della forma.

La quiete è la vostra natura essenziale. Che cosa è la quiete? È lo spazio interiore o la Consapevolezza nella quale le parole di questa pagina sono percepite e diventano pensieri. Senza quella Consapevolezza non vi sarebbe percezione, non vi sarebbero pensieri, non vi sarebbe il mondo.
Voi siete quella Consapevolezza, camuffata da persona.

L’equivalente del rumore esterno è il rumore interiore del pensare. L’equivalente del silenzio esterno è la quiete interiore.
Ogni volta che vi è silenzio intorno a voi – ascoltatelo. Questo significa solamente notarlo. Prestargli attenzione. Ascoltare il silenzio risveglia in voi la dimensione della quiete, perché è solamente attraverso la quiete che potete essere consapevoli del silenzio.
Osservate che nel momento nel quale notate il silenzio intorno a voi, non state pensando. Siete consapevoli, ma non state pensando.

Quando diventate consapevoli del silenzio, immediatamente vi è quello stato di quieta vigilanza interiore. Siete presenti. Avete fatto un passo fuori da migliaia di anni di condizionamento umano collettivo.
2

Guardate un albero, un fiore, una pianta. Lasciate che la vostra consapevolezza riposi in loro. Come sono quieti, come sono profondamente radicati nell’Essere. Lasciate che la natura vi insegni la quiete.

Quando guardate un albero e ne percepite la quiete, diventate quieti anche voi. Siete in connessione ad un livello molto profondo. Sentite l’unione con tutto quello che percepite grazie alla quiete. Sentire l’unione di voi stessi con tutte le cose è autentico amore.

Il silenzio è d’aiuto ma non ne avete bisogno per trovare la quiete. Anche quando c’è rumore, potete essere consapevoli della quiete al di sotto del rumore, dello spazio dal quale il rumore emerge. Quello è lo spazio interiore della pura consapevolezza, della coscienza stessa.
Potete diventare consapevoli della consapevolezza come sottofondo di tutte le percezioni dei vostri sensi, di tutto il vostro pensare. Diventare consapevoli della consapevolezza è il sorgere della quiete interiore.

Qualsiasi rumore fastidioso può essere d’aiuto tanto quanto il silenzio. Come? Lasciando cadere la vostra resistenza interiore al rumore, lasciandolo essere come è. Questa accettazione porta anche voi nel regno della pace interiore, che è la quiete.
Ogni volta che accettate profondamente questo momento come è – e non importa la forma che prende – siete quieti, siete in pace.

Prestate attenzione all’intervallo, l’intervallo fra due pensieri, il breve spazio silenzioso fra le parole in una conversazione, fra le note di un piano o di un flauto, oppure l’intervallo fra il respiro che entra e il respiro che esce.
Quando prestate attenzione a questi intervalli, la consapevolezza di qualcosa diventa solo consapevolezza. La dimensione senza forma della pura coscienza sorge da dentro e sostituisce l’identificazione con la forma.

3
La vera intelligenza opera silenziosamente. La quiete è il luogo nel quale trovate la creatività e le soluzioni ai problemi.

La quiete è solamente l’assenza di rumore e di contenuto? No, è intelligenza in se stessa, la coscienza che sta al di sotto, dalla quale nasce ogni forma. E come può quella essere separata da chi siete voi! La forma che voi pensate di essere è nata ed è sostenuta proprio da quella.
È l’essenza di tutte le galassie e di tutti i fili d’erba, di tutti i fiori, gli alberi, gli uccelli, e di tutte le altre forme.

La quiete è la sola cosa in questo mondo che non ha forma. Ma allora non è realmente una cosa, e non è di questo mondo.

Quando guardate nello stato di quiete un albero o un essere umano, chi sta guardando? Qualcosa di più profondo della persona. La coscienza sta guardando la sua creazione.
Nella Bibbia si dice che Dio creò il mondo e vide che aveva fatto un buon lavoro. Questo è quello che vedete quando guardate dallo stato di quiete, senza pensiero.

Avete bisogno di una maggiore conoscenza? Una maggiore informazione, dei computer più veloci, delle analisi più scientifiche o più intellettuali salveranno il mondo? Non è la saggezza quello che l’umanità ha più bisogno in questo momento?
Ma cosa è la saggezza e dove si può trovare? La saggezza viene con l’abilità di essere nella quiete. Osservate ed ascoltate solamente. Non è necessario niente altro. L’essere nella quiete, l’osservare e l’ascoltare, attiva in voi l’intelligenza non concettuale. Lasciate che la quiete diriga le vostre parole e le vostre azioni.

ॐ L’Eterno